Crea sito
  Premessa    parte    2°                           Introduzione  
   
  
Incominciamo con il tratto
   Superficie e piano
   Ritmo, composizione e
   movimento
   Il  materiale da disegno
   Tecnica del disegno
   Anatomia plastica dell'uomo
   Le piante
   L' architettura
   Il paesaggio
   La natura morta
   La caricatura
   La scrittura

  
 
                                                                                                            Premessa    parte    1°  
 
 Il desiderio di fissare e di comunicare un' esperienza è antica quanto la storia
 dell' umanità.
 La capacità dell' uomo a disegnare è ancora più antica della parola, per lo
 meno della parola poetica.
 Infatti prima ancora della parola l'uomo comunicava con dei simboli e da esso
 a mano a mano si è scaturita la scrittura.
 Il disegno è sempre stato un mezzo che ha sempre permesso anche ad un
 muto di esprimersi e che dà la possibilità di trasmettere in un attimo cose che
 si possono appena descrivere con la parola.
  Con le parole infatti si possono riprodurre le sensazioni, al contrario però
  non danno un' espressione figurativa e neanche una rappresentazione astratta.
  Quindi possiamo dire che la parola è molto più legata alle forze della
  coscienza e dell'intelletto che non l'espressione figurativa.
  La visione figurativa non consiste solo nel rappresentare il ricordo di cose
  note, ma anche rappresentazioni astratte che non possono essere facilmente
  comprese da tutti.
 
  In verità il quadro non dovrebbe aver bisogno di titolo, perchè da solo
  stesso deve esprimersi chiaramente senza parole.
  La prima fatica dell' umanità fu quella di fissare ciò che si può vedere e
  afferrare,  e quindi i primi disegni raffiguravano il più possibile la natura.

 
 
  Il quadro astratto
  Il disegno
  Il graffito
  Il mosaico
  Il tessuto dipinto (batica)
  Arte della stampa  
  Il colore
  Il colore come sostanza
  Pigmenti di materia colorati
  Fondi pittorici
  Connettivi e colori pronti per
  l'uso
          
 
  La pittura in senso assoluto incomincia veramente soltanto col
  Rinascimento italiano.
  Le varie opere d' arte che furono create vennero denominate << espressione
  grafiche>> concetto che derivante dal greco significa <<cosa scritta>> dando
  così un significato diverso alla parola disegno inteso come manifestazioni
  di linee. Questo per caratterizzare che l' uomo nell' era preistorica
  comunicava proprio con i disegni, poi con il tempo si sono trasformati in
  simboli e da questi ai segni precisamente alle lettere che ora all' era attuale
  hanno il significato di suoni singoli.
  L' ammirazione per la natura venne messa in discussione proprio quando
  cominciarono a vedersi  le prime fotografie sia in bianco e nero che a colori.
  Ai pittori, in questo caso, rimase però ancora come strumento la carta
  davanti alla quale anche la migliore fotografia cede alle armi: la
  concentrazione creativa, la configurazione progressiva dell' esperienza umana
  Con l'invenzione della fotografia, non si è arrivati comunque a una maggior
  rappresentazione della riproduzione naturalistica degli oggetti perchè i pittori
  davano al quadro che realizzavano la forma della natura prendendo in
  considerazione non proprio ciò che è presente davanti ai loro occhi, ma
  quello che vedono e provano in quel momento guardando ciò cui hanno di
  fronte.
  Il modo seguito nel lavoro dai pittori classici di paesaggio indica che i pittori
  prima di creare la loro opera vagavano per la campagna sprofondati nella
  contemplazione del paesaggio. Soltanto a casa, nella pace solitaria della loro
  dimora, afferravano il pennello e riproducevano sulla tela ciò che gli aveva
  impressionati. 
  In questo modo le minuzie sparivano dalla memoria e un istinto figurativo
  più inconscio che consapevole potenziava la forma naturale a tal punto che
  ciò che voleva rappresentare indicava chiaramente l'impressione soggettiva
  ricevuta dal pittore.
  Tutto questo creò l'evoluzione dell' arte figurativa dal punto di vista della
  sua produzione. Col passare del tempo essa viene deviata di continuo
  principalmente da due flussi in primo luogo dalle correnti spirituali con i
  loro eccessi che si esprimono anche formalmente nell' immagine, in 2°
  luogo dalle oscillazioni della capacità creativa.    
 

 

 



    

 

 
  
  Le Tecniche pittoriche
    - l'acquarello;
    - pittura a olio;
    - tecniche a colla;
    - pittura a tempera

  Pittura senza connettivo
    -  prospettiva dei colori
    - composizioni dei colori
    - cura e conservazione dei
     quadri

   Il locale e gli strumenti da
   lavoro
   Il quadro